COMUNICATO STAMPA

Torino, dicembre 2010

Il 2 dicembre a Torino seminario su “Procedure per la gestione del rischio di caduta alberi nelle aree verdi estensive”

Il 2 dicembre a Torino si tiene il seminario su “Procedure per la gestione del rischio di caduta alberi nelle aree verdi estensive”, promosso dalle Città di Genova e Torino, dagli Enti Parco La Mandria, del Po e dell’Orba, del Po Torinese, dei Laghi di Avigliana, del Canavese, dall’IPLA di Torino, dall’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali (Federazione Piemonte), dalla Società Italiana di Arboricoltura, dall’Aster di Genova.

La gestione dei patrimoni arborei in situazioni di uso pubblico del territorio comporta scelte gestionali importanti per la tutela della sicurezza dei fruitori. Ciò anche tenuto conto della tendenza ad una progressiva deresponsabilizzazione dell’individuo nel rapporto con l’ambiente in cui vive, che porta a trascurare le dinamiche della natura, peraltro da tutelare alla luce delle convenzioni internazionali sulla biodiversità. Attualmente tuttavia non esiste un protocollo condiviso di procedure di valutazione del rischio legato alla fruizione da applicare in contesti naturali o seminaturali: da qui la necessità di individuare procedure di valutazione e pratiche di buona tecnica, sulla base delle quali definire linee guida per la gestione dei soprassuoli arborei.

Dal 2008 è nato il Gruppo di lavoro “Sicuramentealberi”, formato da tecnici di enti parco e di città e da liberi professionisti, che analizzando varie esperienze ha individuato un percorso logico-valutativo che permettesse di attribuire le procedure di valutazione del rischio più appropriate in funzione dei contesti territoriali. Oggetto del workshop sarà il lavoro, che ha preso in esame, sia i parchi che i giardini storici e gli spazi verdi estensivi in ambito, urbano, periurbano ed extraurbano, nella sua prima fase di stesura di un protocollo di valutazione.

2 Dicembre 2010-TORINO – Auditorium della Provincia di Torino- C.so Inghilterra 7/9 - Ore 9,30-13,30

E’ richiesta la pre-iscrizione al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.